Lindisfarne Gospels

 In Facsimili

Lindisfarne Gospels – i Vangeli di Lindisfarne risalgono al VII secolo e sono una importante testimonianza del primo Medioevo britannico, giunti a noi in condizioni quasi perfette. Una cosa non da poco, considerando tutte le peripezie affrontate attraverso i secoli.

Secondo quanto riporta una nota aggiunta successivamente, alla fine del testo originale, il manoscritto fu realizzato in “onore di Dio e di San Cuthbert“. A scriverlo, probabilmente nell’arco di 5-10 anni fu Eadfrith, monaco e poi vescovo di Lindisfarne, che morì nel 721. San Cuthbert era uno dei santi più amati in epoca medievale.

Lindisfarne è un’isola collocata a nord est dell’Inghilterra, vicino al confine con la Scozia. È detta isola santa ed è caratterizzata da una strada sopraelevata che permette l’accesso ai visitatori ed il collegamento con il mondo esterno agli isolani. Questa soluzione ha consentito, infatti, di risolvere il problema dell’alta marea, e tutti i disagi legati a questo fenomeno naturale.

L’isola era inizialmente un centro monastico molto attivo per la diffusione del cristianesimo. Fu in questo contesto che furono scritti i Vangeli di Lindisfarne, la più antica testimonianza della traduzione dei quattro Vangeli del Nuovo Testamento dal latino all’inglese antico.

Caratteristiche del Lindisfarne Gospels

L’elemento che caratterizza maggiormente questo testo sono le preziose illustrazioni.Esse sono l’espressione di una commistione di differenti stili: celtici, germanici e mediterranei. E soprattutto un modo per trasmettere i messaggi delle Sacre Scritture attraverso le immagini a chi non sapeva leggere.

Esposti in copia originale alla mostra “Anglo-Saxon Kingdoms: Art, Word, War” presso la British Library di Londra, se ne può ammirare una copia in facsimile presso il Museo di Arte Sacra dell’Abbazia di San Salvatore.

I Vangeli di Lindisfarne, in versione originale, sono oggi custoditi presso la British Library di Londra, come parte della collezione di Robert Cotton, ammirati dai visitatori di tutto il mondo. Incredibile che dopo più di mille anni dalla sua stesura il fascino di questo volume resista ancora.

Per approfondire clicca qui.

Post suggeriti

Leave a Comment

Book of Kells